venerdì 23 marzo 2018

Poesia



Avrei dovuto dire ti amo.
Ma c’era l’autunno che lanciava segnali,
che inchiodava le porte in fondo all’anima.
Amore, tu, ricevilo.
Inseguilo, trascina la tua dolcezza
lungo la sua dolcezza madre.
Vai dietro a lui, da lui, autunno duro,
autunno soave in cui distendo l’aria.
Vai da lui, amore.
Non sono io quello che ti ama in questo istante.
E’ lui in me, la sua invenzione.
Un lento assassinio di tenerezza. 
Juan Gelman
(trad. di M. Fernández)



Frida Kahlo
Autoritratto

bibliomatilda's pic

4 commenti:

  1. Non conoscevo. ... E’ lui in me, la sua invenzione.
    Un lento assassinio di tenerezza.
    Che fatica le emozioni.
    Meraviglia :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È davvero meravigliosa questa poesia, allo stesso tempo ha il potere di calmare e di vivificare. Io la trovo stupenda

      Elimina