sabato 21 ottobre 2017

Leggere

6 commenti:

  1. Leggere, guardare, guardare il mondo ... non c'è dubbio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta di un progetto a livello nazionale, promosso dall'Associazione Italiana Editori che, intelligentemente, tenta di coinvolgere le biblioteche scolastiche nella vendita, soprattutto, di libri. Però fa parte di quelle azioni che possono avere tanti risvolti molto positivi per tutti, persino per coloro che spendono per comprare un libro e regalarlo alle biblioteche scolastiche, appunto!

      Elimina
  2. Questo post è un pugno, per me. È un periodo che non riesco a leggere, vorrei la giornata di 48 ore o un'isola ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, Santa, persino io che in mezzo ai libri ci vivo, praticamente 24 ore su 24 :D, ne inizio molti di più di quelli la cui lettura riesco a portare a termine. Però sappiamo l'importanza, però conosciamo i processi, però amiamo la poesia.
      Le locandine per il progetto sono state realizzate dagli alunni della scuola dove io lavoro; io sono stata la coordinatrice del progetto per la mia scuola.

      Elimina
  3. E' sempre bellissimo questo ritratto di donna... era stato pubblicato dal National Geographic per la prima volta. In salutone e, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Sergente Elias, hai ragione, questo ritratto è davvero bellissimo, ricordo che me ne innamorai dalla prima volta che lo vidi, proprio sul National Geographic di tanti anni fa. Facendo una piccola ricerca su internet, Wikipedia dice che risale al 1984. Ragazza anch'io all'epoca. Deve aver fatto un effetto simile anche alla studentessa che lo ha utilizzato per la sua locandina. Come sarebbe stato possibile altrimenti?

      Elimina