mercoledì 23 agosto 2017

L'arrivo a Genova, dal mare e una Litanìa


Genova è una delle prime città del continente che migliaia di sardi hanno, da sempre, avuto la ventura di vedere, avvolta dalla bruma del mattino, in estate, dalla semioscurità, immagino, in inverno, nei loro viaggi notturni sulle navi che un po' di tempo fa erano esclusivamente della Tirrenia, la compagnia che legava la nostra isola al mondo.

Queste sono le foto scattate nell'ultimo viaggio per mare, sempre bello, misterioso ed eccitante l'arrivo.









bibliomatilda's pics
click on them

Genova mia città intera.                                                    
Geranio. Polveriera.
Genova di ferro e aria,
mia lavagna, arenaria.
Genova città pulita.
Brezza e luce in salita.
Genova verticale,
vertigine, aria scale.
Genova nera e bianca.
Cacumine. Distanza.
Genova dove non vivo,
mio nome, sostantivo.
Genova mio rimario.
Puerizia. Sillabario.
Genova mia tradita,
rimorso di tutta la vita.
Genova in comitiva.
Giubilo. Anima viva.
Genova in solitudine,
straducole, ebrietudine.
Genova di limone.
Di specchio. Di cannone.
Genova da intravedere,
mattoni, ghiaia, scogliere.
Genova grigia e celeste.
Ragazze. Bottiglie. Ceste.
Genova di tufo e sole,
rincorse, sassaiole.
Genova tutta tetto.
Macerie. Castelletto.
Genova d'aerei fatti,
Albaro, Borgoratti.
Genova che mi struggi.
Intestini. Caruggi.
Genova e così sia,
mare in un'osteria.
Genova illividita.
Inverno nelle dita.
Genova mercantile,
industriale, civile.
Genova d'uomini destri.
Ansaldo. San Giorgio. Sestri.
Genova in banchina,
transatlantico, trina.

Genova tutta cantiere. 
Bisagno. Belvedere. 
Genova di canarino, 
persiana verde, zecchino.

Genova di torri bianche. 
Di lucri. Di palanche. 
Genova in salamoia, 
acqua morta di noia.

Genova di mala voce. 
Mia delizia. Mia croce. 
Genova d'Oregina, 
lamiera, vento, brina.

Genova nome barbaro. 
Campana. Montale, Sbarbaro. 
Genova dei casamenti 
lunghi, miei tormenti.

Genova di sentina. 
Di lavatoio. Latrina. 
Genova di petroliera, 
struggimento, scogliera.

Genova di tramontana. 
Di tanfo. Sottana. 
Genova d'acquamarina, 
area, turchina.

Genova di luci ladre. 
Figlioli. Padre. Madre. 
Genova vecchia e ragazza, 
pazzia, vaso, terrazza.

Genova di Soziglia. 
Cunicolo. Pollame. Trilia. 
Genova d'aglio e di rose, 
di Pré, di Fontane Masrose.

Genova di Caricamento. 
Di Voltri. Di sgomento. 
Genova dell'Acquasola, 
dolcissima, usignuola.

Genova tutta colore. 
Bandiera. Rimorchiatore. 
Genova viva e diletta, 
salino, orto, spalletta.

Genova di Barile. 
Cattolica. Acqua d'Aprile. 
Genova comunista, 
bocciofila, tempista.


Genova di Corso Oddone.
Mareggiata. Spintone.
Genova di piovasco,
follia, Paganini, Magnasco.
Genova che non mi lascia.
Mia fidanzata. Bagascia.
Genova ch'è tutto dire,
sospiro da non finire.
Genova quarta corda.
Sirena che non si scorda.
Genova d'ascensore,
paterna, stretta al cuore.
Genova mio pettorale.
Mio falsetto. Crinale.
Genova illuminata,
notturna, umida, alzata.
Genova di mio fratello.
Cattedrale. Bordello.
Genova di violino,
di topo, di casino.
Genova di mia sorella.
Sospiro. Maris Stella.
Genova portuale,
cinese, gutturale.
Genova di Sottoripa.
Emporio. Sesso. Stipa.
Genova di Porta Soprana,
d'angelo e di puttana.
Genova di coltello.
Di pesce. Di mantello.
Genova di lampione
a gas, costernazione.
Genova di Raibetta.
Di Gatta Mora. Infetta.
Genova della Strega,
strapiombo che i denti allega.
Genova che non si dice.
Di barche. Di vernice.
Genova balneare,
d'urti da non scordare.
Genova di "Paolo & Lele".
Di scogli. Furibondo. Vele.
Genova di Villa Quartara,
dove l'amore s'impara.


Genova di caserma. 
Di latteria. Di sperma. 
Genova mia di Sturla, 
che ancora nel sangue mi urla.


Genova d'argento e stagno. 
Di zanzara. Di scagno. 
Genova di magro fieno, 
canile, Marassi, Staglieno.


Genova di grige mura. 
Distretto. La paura. 
Genova dell'entroterra, 
sassi rossi, la guerra.


Genova di cose trite. 
La morte. La nefrite. 
Genova bianca e a vela, 
speranza, tenda, tela.


Genova che si riscatta. 
Tettoia. Azzurro. Latta. 
Genova sempre umana, 
presente, partigiana.


Genova della mia Rina. 
Valtrebbia. Aria fina. 
Genova paese di foglie 
fresche, dove ho preso moglie.


Genova sempre nuova. 
Vita che si ritrova. 
Genova lunga e lontana, 
patria della mia Silvana.


Genova palpitante. 
Mio cuore. Mio brillante. 
Genova mio domicilio, 
dove m'è nato Attilio.


Genova dell'Acquaverde. 
Mio padre che vi si perde. 
Genova di singhiozzi, 
mia madre, Via Bernardo Strozzi.


Genova di lamenti. 
Enea. Bombardamenti. 
Genova disperata, 
invano da me implorata.


Genova della Spezia. 
Infanzia che si screzia. 
Genova di Livorno, 
Partenza senza ritorno.


Genova di tutta la vita. 
Mia litania infinita. 
Genova di stocafisso 
e di garofano, fisso 
bersaglio dove inclina 
la rondine: la rima.

Litanìa
di Giorgio Caproni

6 commenti:

  1. la poesia di Caproni (in parte) è anche sul mio blog di cinema :-)
    l'ha utilizzata Bertolucci in "La via del petrolio" (documentario per l'ENI, 1967)
    non sapevo che fosse così lunga, è una bella notizia
    bentornata, comunque :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, Giuliano, sono andata alla ricerca del post di cui hai parlato. Ho lasciato anche un commento che non so se sia stato accettato. Molto interessante il post e certamente bello e importante dev'essere stato per l'epoca il documentario di Bertolucci… anche se le cose belle e importanti non hanno mai molto spazio nella nostra vita, in quella di allora e in quella di ora. Condivido, ovviamente, le tue considerazioni sul come venivano fatti allora i documentari e su come oggi non servano se non a dare spazio alla star (di qualsiasi categoria) di turno (mi fa veramente orrore). Sono invece contenta di aver scelto, come Bertolucci la bella poesia di Caproni per cantare gli epici arrivi nella mitica città.

      Elimina
  2. sei tornata in buona forma, insomma :-)
    (il blog è chiuso da quasi cinque anni, come deladelmur. I commenti sono bloccati per questo motivo... però ho ancora tante visite e contatti, avevo cercato di scrivere cose utili e in parte ci sono riuscito)

    RispondiElimina