mercoledì 30 agosto 2017

Ho sognato un sogno

Sublime, sotto colori accesi, una città di mare, cupa e assoluta nell'attesa del sole. 
Le colline, i palazzi e il mare erano quanto la distingueva nella lontananza incerta di un avvicinamento che toglieva il respiro. L'unico varco, la luce sotto quella coltre di nubi, bianche e grigie e azzurre, un rosso appena accennato, giallo e rosa, frastagliato di chiome arboree.



E dopo mi sono ritrovata in un locale, un leone alla parete, finto, finto anche nel sogno il leone, su di un rosso acceso sovrastato dallo strumento che segna il tempo. L'una meno dieci, - al Leon d'Oro, - mi dicono - si può pranzare -


E poi mi rimetto in viaggio, insieme a qualcuno, che conosco da una vita, quasi, e attraversiamo insieme la pianura, più o meno sconosciuta, della quale andiamo a scoprire qualcosa, anche se ancora non sappiamo cosa, dove andare, a chi rivolgerci nel caso di bisogno.
Ci passano accanto immagini mitiche, da film, le masserie, o forse sarebbe più giusto chiamarle cascine, si susseguono l'una all'altra, molte abbandonate, altre utilizzate solamente in parte. I campi di mais all'infinito e l'azzurro del cielo quasi minaccioso.




I colori si stemperano nel riflettere quella che probabilmente è l'immagine di me stessa, vaga, perduta in un grigio bianco che mi trasmette immediatamente la sensazione della fugacità degli esseri umani che quei luoghi hanno abitato negli anni.


Scorci di paesi, deserti


Al bianco si sostituisce il nero nel riflesso di un'immagine ancora più ambigua.


Libri che sostituiscono il corpo







Poi mi risveglio e la stanza è immersa nel buio.



bibliomatilda's pics
click on them

4 commenti:

  1. Mi regali sempre viaggi "millenari" ;)

    RispondiElimina
  2. Grazie Santa, bellissimo aggettivo per definire lo stato d'animo con il quale affronto i miei viaggi, qualsiasi sia la distanza percorsa o il tempo impiegato. Spazio e tempo, quasi si annullano a vicenda, si confondono per poi riemergere nel dopo e in un presente che li contiene con forza... ;-) (la mia)

    RispondiElimina