lunedì 2 gennaio 2017

Nashville



"Nel 1992 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1] Nel 2007 l'American Film Institute l'ha inserito al cinquantanovesimo posto della classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi (nella classifica originaria del 1998 non era presente)" Wikipedia.

Ieri sera è stato mandato in onda da RAI 5. L'avevo quasi completamente dimenticato, strano, perché è stato uno di quei film che tanto avevano influito sull'immaginazione e sulla costruzione di sentimenti… magari anche solo estetici. Allora, erano gli anni Settanta (il film è del 1975), non ci si poteva non innamorare di Keith Carradine e della sua canzone e del suo personaggio ribelle e scontento che dichiarava apertamente e con tanta dolcezza la sua fragilità e il suo bisogno di essere amato. Attorno a lui un girotondo infinito di personaggi assurdi ma non inverosimili. Le ambientazioni, la fotografia, il caos delle folle che esse riescono a rappresentare e le speranze deluse e le malvagità degli umani, gratuite, perché poi i motivi dei comportamenti si perdono nel girotondo che continua accompagnato dalla musica e dalle canzoni più o meno struggenti. 




It's not my way to love you just when no one's looking
It's not my way to take your hand if I'm not sure
It's not my way to let you see what's going on inside of me
When it's a love you won't be needing, you're not free
Please stop pulling at my sleeve if you're just playing
If you won't take the things you make me want to give
I never cared too much for games and this one's driving me insane
You're not half as free to wander as you claim
But I'm easy
I'm easy
Give the word and I'll play your game
So that's how it ought to be
Because I'm easy
Don't lead me on if there's nowhere for you to take me
If loving you would have to be a sometime thing
I can't put bars on my insides
My love is something I can't hide
It still hurts when I recall the times I've cried
I'm easy
I'm easy
Take my hand and pull me down
I won't put up any fight
Because I'm easy
Don't do me favors, let me watch you from a distance
'Cause when you're near, I find it hard to keep my head
And when your eyes throw light at mine
It's enough to change my mind
Make me leave my cautious words and ways behind
That's why I'm easy
Ya, I'm easy
Say you want me, I'll come running
Without taking time to think
Because I'm easy
Ya, I'm easy
Take my hand and pull me down
I won't put up any fight
Because I'm easy
Ya, I'm easy
Give the word, I'll play your game
So that's how it ought to be


da qui

si ringrazia eduarilap per il video

Nessun commento:

Posta un commento