lunedì 31 ottobre 2016

Passaggi di tempo










concerto meraviglioso di Fabrizio De Andrè, al posto di Ivano Fossati canta il figlio, Cristiano De Andrè.
si ringrazia Mondo Faber per il video




domenica 30 ottobre 2016

Io voto NO con Il Fatto Quotidiano

Al referendum del 4 dicembre “Perché No” ditelo voi. Vogliamo far girare in rete un mare di No, per salvare i valori fondanti della nostra Costituzione. La ragione? Ditela voi. Grazie a questo strumento (https://fattodavoi.ilfattoquotidiano.it/io-voto-no/) ognuno potrà motivare il suo NO alla controriforma di Renzi, Boschi e Verdini (che non vuol dire No a qualsiasi riforma, anzi: sono benvenute le proposte alternative e migliorative per il dopo-referendum).


da qui


questo è il mio (uno dei miei) NO :






Blowin' in the wind


si ringrazia Alex supertramp

Io voto NO, come Salvatore Settis

- confuse campagne di disinformazione hanno oscurato la vera natura della riforma, presentandola come «la fine del monocameralismo», mentre il Senato sopravvive, in un intrico di competenze dello sterminato art. 70, che non meno di 11 ex presidenti della Corte costituzionale hanno denunciato come fonte di conflitti di competenze e ritardi nelle procedure;

da qui





giovedì 27 ottobre 2016

Blues








ogni volta che vedo questi due campanili, è inevitabile, ricordo questa canzone, che sia estate o che sia inverno o autunno, come oggi:




si ringrazia Mondo Faber per il video


bibliomatilda's pics
click on them

martedì 25 ottobre 2016

Incontro in aula magna del Liceo Artistico "Filippo Figari" con Milton Fernandez

Ho parlato diffusamente del progetto all'interno del quale è stato possibile inserire questo evento, qui e qui e qui e sulla pagina Facebook del Liceo.
Alla fine ci sono riuscita.
Il successo dell'iniziativa è stato ampio e certo. Studenti e studentesse straordinariamente interessate. Il tema era forte, le storie di donne raccontate da Milton Fernandez atroci e belle allo stesso tempo, per il coraggio dimostrato da quelle donne, per la loro fierezza e orgoglio per il loro senso di giustizia. 

Di seguito le foto scattate con un cellulare, non chiarissime ma da ricordare.











sabato 22 ottobre 2016

Non è che non c'è nessuno














COMUNICATO STAMPA

42 GIORNI
Non è che non c’è nessuno
Gianni Ruggiu
inaugurazione: sabato 22 ottobre 2016 - ore 18:30
Galleria Bonaire Contemporanea - via principe Umberto, 39 - Alghero
Non è che non c’è nessuno, mostra personale di Gianni Ruggiu, è il 4º appuntamento della
rassegna 42 GIORNI presentata dal collettivo trepercento presso la galleria Bonaire Contemporanea
ad Alghero. La rassegna, che si concluderà l’11 novembre 2016, pone l’accento
sull’uso del mezzo fotografico in ambito artistico con i lavori degli artisti Giulia
Sini, Francesca Randi, Enrico Pugioni, Gianni Ruggiu, Giulia Sale, Marcello Scalas e
Giusy Calia.
La mostra sarà visitabile il sabato e la domenica dalle 18:30 alle 20:30 e dal lunedì al venerdì
previo appuntamento.
info: (+39)347.8953813
e-mail: bonaire3@gmail.com
Gianni Ruggiu nasce a Sassari
dove vive e lavora. Inizia l’attività
espositiva negli anni Ottanta,
utilizzando come mezzo espressivo
l’immagine fotografica e
l’installazione. Nel 1990 fonda
con Giulia Sale ed Enrico Puggioni
il gruppo I Fiori Blu, con
cui lavora fino al 2000 per la realizzazione
di mostre e rassegne
internazionali d’arte contemporanea.

Ha esposto in Italia e all’estero.

Thomas Sankara


mercoledì 19 ottobre 2016

Donne, pazze, sognatrici, rivoluzionarie...








Non sempre i progetti, di qualsiasi tipo essi siano, nascono con la certezza assoluta riguardo alla loro realizzazione. Questo è nato senza nessuna certezza, anzi, con un’infinità di dubbi rispetto a promotori, partner, collaboratori, scopi e risultati. Nonostante tutto però, è andato avanti coinvolgendo un numero sempre più grande di persone, affrontando e scavalcando ostacoli che all’inizio apparivano insormontabili, e ponendo le basi per future collaborazioni e realizzazioni. Forse tutto questo dipende dal fatto che ogni progetto, come ogni biblioteca non è altro che un organismo vivente in continuo cambiamento e in continua crescita.

da qui


domenica 16 ottobre 2016

La luce d'ottobre e le sue interpretazioni


























Le foto sono mie,
se fate click su una di loro potrete vederle meglio

si fischia o si sorride quando ci si mette in posa per una foto?



venerdì 14 ottobre 2016

lashed




rassegna d’arte contemporanea
42 GIORNI
lashed
Enrico Pugioni
inaugurazione: sabato 15 ottobre 2016 - ore 18:30
Galleria Bonaire Contemporanea - via principe Umberto, 39 - Alghero
lashed, mostra personale di Enrico Pugioni, è il 3º appuntamento della rassegna 42
GIORNI presentata dal collettivo trepercento presso la galleria Bonaire Contemporanea
ad Alghero. La rassegna, che si concluderà l’11 novembre 2016, pone l’accento
sull’uso del mezzo fotografico in ambito artistico con i lavori degli artisti Giulia
Sini, Francesca Randi, Enrico Pugioni, Gianni Ruggiu, Giulia Sale, Marcello
Scalas e Giusy Calia.
La mostra sarà visitabile il sabato e la domenica dalle 18:30 alle 20:30 e dal lunedì
al venerdì previo appuntamento.

info: (+39)347.8953813 e-mail: bonaire3@gmail.com

giovedì 13 ottobre 2016

Il governatore della Sardegna e il suo Si

Il governatore della Sardegna,


Francesco Pigliaru si chiama, oggi scioglie tutte le riserve e si schiera a favore del SI per il referendum costituzionale. Accanto a Renzi, dice, si schiera a favore di quell'affermazione tanto perseguita dal premier del governo italiano attuale. Lo fa specificando che la nostra regione non perderà niente del suo potere ad esercitare un'eventuale opposizione nel caso il governo centrale decidesse di operare sull'ambiente del nostro territorio (vedi scelte energetiche, le basi militari già esistono, non ancora le centrali nucleari e neppure i depositi di scorie radioattive, almeno non conosciute dalla popolazione). Strano debba specificare. Al TG regionale, guarda caso, dopo la notizia del Si del governatore a fianco di Renzi e della modifica della Costituzione, è stato presentato un'evento relativo all'ambiente e al territorio promosso dalla Regione.



Io voto 
                 NO    NO

NO                  NO                             NO

        NO       NO          NO           NO



Io Voto NO

domenica 9 ottobre 2016

Che



Il mausoleo per il Che a Cuba


le carrozze originali sui vecchi binari della ferrovia di Santa Clara, dove i soldati di Batista furono sconfitti dai rivoluzionari guidati dal Che


un signore che canta nella nella piazza di Cienfuegos la più famosa
Hasta Siempre Comandante





si ringrazia per il video patinojason54

Questa che segue è una lettera del Che indirizzata alla moglie Aleida March e pubblicata nel suo libro, EvocaciónMi vida al lato del Che, per l'editore Ocean Press y Ocean Sur nel 2011





le foto, invece, sono mie

lunedì 3 ottobre 2016

Trekking da Santa Maria Navarrese a Baunei

All'interno dell'evento Run on the wild side, organizzato dall'associazione UTSS di Baunei, era prevista anche una camminata di 16 chilometri su di un percorso per gran parte costiero che si snoda tra Santa Maria Navarrese e Baunei, appunto. 

La giornata era cupa, l'aria afosa, umidità di quella che raddoppia il sudore che scorre copioso sulla pelle, sensazioni non quotidiane. 
Ho partecipato alla camminata da 16 km. sono partita, insieme al mio gruppo, da qui:



mi sono fermata per scattare una foto di inizio:



la vedete? quella punta perduta tra mare e scogliere è Pedra Longa, ricordo indelebile per chi la vede anche una sola volta.


L'evento era intitolato Run on the Wild Side, come ho già detto. Stamane, mentre raccontavo qualcosa della giornata mi è stato ricordato che un titolo molto simile aveva un famosissimo brano musicale di Lou Reed, Walk on the wild side.
Noi eravamo molto meno wild dei personaggi evocati dal testo di Lou Reed, però, davvero, il luogo che abbiamo attraversato aveva molto di wild. In fondo, credo,


esperienze di questo genere stimolano un poco la scoperta per ognuno di noi di qualcosa di sé con il quale non si è abituati ad avere a che fare, la solitudine, relativa, il dover contare sulle proprie forze, almeno fisiche (vista la presenza delle guide), sulle proprie capacità di resistenza e di comunione o rifiuto dell'altrui presenza. E poi, ampia e immensa c'è la Natura.


da qui, i sorrisi incerti


e la bellezza





alberi


l'altro lato della pedra e la nuova salita


una delle guide, calma e determinata, nuorese.


La bellezza





un altro sorriso


e le nuvole



che ci avvolgono sopra la gola, in cima al dirupo





la capanna, sa pinneta


la bellezza


la mucca


la pianura


il paese (Baunei) e l'arrivo (laggiù, in fondo, dove continuano le salite e le discese)


la meraviglia.

Fine.

All photos are mine
(bibliomatilda)
(except one)
click on'em