sabato 16 luglio 2016

BRZAAP + Poetry Slam reportage


Era il terzo degli appuntamenti promossi dal gruppo trepercento, "collettivo di artisti che si propone di far diventare la rassegna un appuntamento fisso dell'estate". La mostra si è tenuta, come è stato e avverrà per le altre, alla Galleria Bonaire Contemporanea, in via Principe Umberto 39, ad Alghero.
Venerdì 15 luglio era la volta di Pier Giovanni Deliperi, io come al solito cerco di fissare il movimento, che sempre affascina, attorno all'evento stesso. Gli artisti si confondono, si confrontano, sorridono e ricordano insieme e tra il pubblico.





non mancano i bambini 





Le opere di Pier Giovanni Deliperi  mi hanno immediatamente riportato alla mente molte delle tragedie a cui in questo tempo assistiamo, prime fra tutte quella dei migranti. Le ferite, le carni aperte reali dei disastri, della follia delle politiche attuali e di quella da esse prodotta nelle menti di esseri umani che non riescono a considerarle se non con indifferenza, seppure è la propria carne ad essere lacerata e distrutta. 











Certo, l'atmosfera di una inaugurazione è allegra, registro solamente, attraverso i miei occhi, gli infiniti aspetti sui quali l'arte aiuta a riflettere.











Il personaggio ritratto nella foto seguente appare un poco incerto sulle mia capacità fotografiche


nonostante ciò io continuo imperterrita 





e poi, devo dire, l'allegria e la meraviglia per quest'altro evento che si svolgeva a pochi metri dal primo, il Poetry Slam. Bravissimi i due conduttori, intelligenti e capaci di coinvolgere il piccolo e chiassoso pubblico








Marc Dareka Vanicatte, bellissima interpretazione di poesia in lingua francese, forte, dolce e sensuale








La bella e giovane "conduttrice"





Nessun commento:

Posta un commento