venerdì 4 dicembre 2015

Citazioni

Bambini mia, venite qua, che qua vi do il mito! Ecche il mito! Noi siamo puri, ingeniti, vergini, come di mano di Pietro Lorenzetti: siamo popolo giovine, anzi neonato! Prendere una sporca bugia (posto al sole, popoli giovani, e simili), cavarne che bisogna aver fede. In chi? In che cosa? In quella bugia e ne' i suoi agenti autorizzati. Ora i ragazzi - sono stato anch'io, al tempo dei tempi, un ragazzo - si sa che ci vuol poco a tentarli e a tradirli. Al mito bugia convenientemente tonitruato dal trombone della banda, loro, poarini, ci abboccano. Per quanto preraffaelliti e per quanto grulli, dopo dieci minuti, però, hanno bell'e mangiato la foglia. Non potendo disdirsi (coerenza, forza di carattere, ecc.) non potendo gridare a se stessi, e tanto meno in pubblico: "Iccoglione che la mi' mamma m'ha fatto!" allora s'imbrancano: aiutano anzi i guardiani a ribadire la catena."


C. E. Gadda, I miti del somaro


6 commenti:

  1. Bella citazione ... mi viene in mente Renzi, e i nuovi (nuovi? politici di oggi, ma non so perché...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vah!!!?? e tutti coloro che gli credono! Ma potevamo immaginare di avere un berlusca peggiore dell'originale? Toh ... rima! :-)

      Elimina
  2. Gadda, semplicemente geniale. Le tue finestre su questo paesaggio...
    Mi tocca dirtelo: per la prima volta amo le finestre!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Santa, Buona giornata a te :-) Sono contenta che per merito mio l'amore si diffonda ;-) (sembro un santone statunitense :D). No, davvero, contenta ogni volta di averti qui :)**

      Elimina
  3. Adoro Gadda, da quando avuto la fortuna di leggere La cognizione del dolore all'università con un bravo professore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché Gadda è una delle migliori manifestazioni del nostro spirito, e importanti sono quegli insegnanti capaci di farci conoscere e aiutarci a capire quello che, in fondo, ci appartiene.

      Elimina