lunedì 6 luglio 2015

NO (per la Democrazia)

"... i progetti dell’antifascismo europeo sono congeniali allo spirito e agli scopi di un’associazione per l’Europa egualitaria: la Federazione dovrebbe portare non solo la pace nel continente, ma anche diritti umani, democrazia del lavoro, proprietà comune e benessere."

da qui

Sono incantata da questa vittoriosa affermazione di passione civile, lungimiranza, coerenza e coraggio. Auguro a tutti noi di riscoprire appieno il senso di tutte queste disposizioni d'animo.  Auguro a tutta l'Europa di riuscire ad intraprendere un nuovo cammino, ad iniziare da ogni singola nazione. Auguro ad ogni paese di riuscire a sfaldare quel muro di menzogne messo sù dai governi al potere. Ora ci diranno che il Parlamento Europeo non è in grado di decidere e contare come dovrebbe, ora ci diranno che le decisioni vanno prese sempre più in maniera verticistica, più di come non si sta già facendo. Diranno di tutto e di più per sottrarre ai popoli europei i risultati su questa grande lezione di democrazia, per toglierle significato e importanza. Dobbiamo essere vigili su tutto quello che accade da oggi in poi. In Grecia si sta parlando un linguaggio dimenticato dalla stragrande maggioranza del sistema dei media degli altri paesi europei. I media creano l'opinione pubblica. E' necessario riappropriarsi di quel linguaggio, del quale siamo stati derubati. Con quello combattere.

Apprendo proprio ora che il ministro delle finanze Yanis Varoufakis ha annunciato le proprie dimissioni, (da qui) mi dispiace, credo sia stato determinante nella comprensione e nella gestione, anche dura, della questione debito/credito, diktat e possibilità differenti, però mi appare come un'ulteriore segno della volontà del governo greco e di Tsipras, e dello stesso Varoufakis, di raggiungere un accordo che sia rispettoso dei risultati del referendum e, allo stesso tempo, di una disponibilità piena alla trattativa. Insomma, i politici greci si stanno rivelando dei politici veri, capaci, intelligenti, fondati in un sistema forte di valori e idee.

Come ha detto Tsipras:

La Democrazia non può essere ricattata



6 commenti:

  1. Ho trovato strano anch'io che Varoufakis si dimettesse.
    Ma trovo che sia molto bello che la Grecia dia una dimostrazione di cosa è la vera democrazia, in quanto la Grecia INVENTO' la democrazia. Ora , è vero che probabilmente tutto questo servirà a Tsipras solo per trattare da una posizione migliore, ma in ogni caso...
    Sono contento che tu sia "incantata". Io, per me, (a volte) vorrei essere meno disilluso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, J D, :-)
      Già, la Grecia e la cultura, la tradizione dalla quale proveniamo, la filosofia e il teatro greci, l'arte e il senso dell'appartenenza alla comunità. I nostri politici dovrebbero ripassare i grandi autori greci, ne trarrebbero certamente qualche insegnamento... è che loro sono troppo "moderni"... o meglio, "al passo coi tempi" :-(

      Elimina
    2. "i nostri politici" ? Vuoi dire Matteo?
      Temo che le sue citazioni si fermino a Ric e Gian... :-)))
      Fai qualche foto, ... e non bere troppo Ouzo.

      Elimina
    3. Seguirò i tuoi consigli, J D :D
      Foto ne farò tante, Ouzo ne berrei troppo ;-)

      Elimina
  2. non solo i greci "pagani"... e nemmeno "solo" marxisti. io aggiungerei che non ci si può definire Cristiani (seguaci di Cristo) se si lascia la gente senza casa e senza assistenza sanitaria. Qualsiasi cosa possano avere fatto, un cristiano degno di questo nome non può lasciare da solo chi è nel bisogno. Detto questo, se mi perdoni il fuori testo, penso da molto tempo che se chi si definisce cristiano leggesse veramente il Vangelo, mollerebbero subito la loro religione di nascita. Troppo dura, troppo impegnativa, meglio un master alla Bocconi o magari con Schauble, alla Thatcher University.
    Restando terra terra, questi fenomeni stanno di fatto regalando la Grecia a Putin. Metternich e Bismarck inorridirebbero di fronte a simili strateghi. (loro spendevano cifre superiori a queste per fare guerre e annettere Stati, questi di oggi si perdono uno Stato geograficamente fondamentale...)
    Speriamo in bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Giuliano, forse è Obama ad aver capito meglio l'influenza che potrebbe avere la Russia di Putin in questa situazione. Merkel, Hollande, Schultz, hai sentito Schultz? il responsabile dell'eventuale aggravamento della situazione sociale in Grecia sarebbe Tsipras e le sue pretese, la sua chiara azione politica. Sinceramente mi appaiono macchine, cos'altro può parlare senza avere un'anima (basata sulla conoscenza, sulla memoria, sul senso di giustizia, sulla ricerca della verità, come Platone insegnava).

      Elimina