martedì 5 maggio 2015

On Strike

per dirla all'inglese come piace a Renzi e prima di lui alla montiana-signora-ministro-Fornero.

Stamane la scuola italiana ha scioperato.

Nella nostra piccola città all'arrivo in piazza ho incontrato un bel gruppo di giapponesi che fotografavano il palazzo della provincia, bei colori. L'evento è qui?


Il nome di esso è Scendiamo in Piazza armati… di un Libro.

In difesa della Scuola Pubblica in difficoltà, soprattutto in quella sua accezione "Pubblica", dall'epoca di Berlinguer (Luigi) ma che ha avuto la sua accelerazione verso il basso da Moratti in poi


I libri nelle mani di insegnanti e alunni vorrebbero ricordare il fondamento della nostra Repubblica unitaria nel Lavoro e nell'Istruzione. La "Buona Scuola", di Renzi e Giannini, è una riforma che attacca frontalmente entrambi. Il lavoro, rendendo gli insegnanti sempre più precari e in balìa di presidi manager, figure forgiate dal nostro amato giovane premier su modello di se stesso; l'istruzione perché quella che poteva essere, nel passato considerata come una missione, da svolgere comunque mettendo in gioco non solo la propria "conoscenza" e "scienza" ma anche i propri sentimenti, la propria capacità di relazionarsi agli altri, il proprio senso civico e morale, ora potrà essere sostituita dalla abilità nel vendersi, nel proporsi, nella propria predisposizione all'aggressività e alla sottomissione ad ogni potere.


I libri studiati ci hanno insegnato che la propria dignità di persone libere la si crea e la si difende dando l'esempio di onestà, di rettitudine e di responsabilità.


Forse non eravamo tanti ma decisi e contenti di esserci.


Pausa delle fotografe


Si discute, ci si ripara dal sole dietro potenti occhiali da sole, oppure potremmo dire ci si ripara dal sole potente dietro fragili occhiali da sole. L'importante è sorridere e credere che riusciremo a fermare la deriva autoritaria in corso.


Un cerchio a difendere la cultura rappresentata dalla scuola e dai suoi strumenti principali, i libri, le parole, la comunicazione, il senso critico, la creatività, la vita.


Bambini, mamme e maestre
("avveru", vuol dire "davvero" in sassarese)




bibliomatilda's pics
(always c.o.t.)




Nessun commento:

Posta un commento