lunedì 26 gennaio 2015

EVVIVA

"La Grecia volta pagina, si lascia alle spalle la paura, l'oppressione e l'umiliazione e va avanti con speranza e dignità: oggi abbiamo fatto la storia, l'ora della Troika è finita, facciamo sorgere il sole sulla Grecia". Sono quasi le 10.20 in Italia quando Alexis Tsipras si affaccia sulla piazza dell'Università tra le urla di migliaia di persone che lo aspettano festanti. E' il delirio. Le voci su una grande vittoria di Syriza si rincorrevano sin da metà pomeriggio: il partito, si mormorava in piazza, aveva un distacco di 10 punti sui rivali di Nea Dimokratia. 

Poi, i lunghissimi minuti prima degli exit poll alle 19. Quindi il boato, la gioia, le lacrime, i balli. Per i sostenitori di Syriza, e tutti i greci che hanno creduto alla 'Speranza' contenuta nello slogan del partito di Tsipras, questa è la notte più bella. La felicità, i pugni alzati, i canti si sentono risuonare forti al centro di Atene. E la gioia è esplosa grande anche per gli oltre 250 italiani della 'Brigata Kalimera', giunti in Grecia per sostenere i compagni di Syriza, insieme a loro in Europa ormai da anni. 


da qui






immagini da internet

4 commenti:

  1. Grande e netta affermazione, come c'era da aspettarsi. Il ragazzo che fermarono a Genova 2001 ha la possibilità di rifare l'Europa.... non dobbiamo lasciarlo solo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero sarebbe bello non lasciare solo lui e trovare la forza per contrastare in Italia il renzismo, forza, dico di numeri e persone. Credo sia difficile

      Elimina
  2. Sì, evviva! Mille volte evviva! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di quanta energia e di quanta forza avrà bisogno per riuscire a contrastare il negativo che gli si addensa attorno!!! Niente della "velocità" di renzi e niente del suo scalpitare vuoto.

      Elimina