mercoledì 12 novembre 2014

Raffaella Carrà for President

Volentieri partecipo alla campagna http://luciopicci.blogspot.it/2014/11/raffaella-carra-presidente-della.html

perché l'Italia possa finalmente assecondare il cambiamento, iniziato ma ostacolato dai poteri forti di renziana denuncia, e diventi quel paese che non è mai stato.

E poi vi ricordate quanto era carina da giovane?


 

7 commenti:

  1. Più o meno è il senso della (come sempre prevedibilissima e stucchevole) sparata boldrinesca sul futuro Presidente donna (ma lei probabilmente intendeva candidare se stessa... :D)
    In italiA siamo ancora a queste cavolate.A me non interessa se il prossimo Presidente sarà un essere umano col pene o un essere umano con la vagina. Mi interessa che sia un essere umano intelligente, onesto e carismatico. (Ma dovrà trattarsi di un essere umano italiano, quindi la scelta si restringe drammaticamente...)
    Il sessismo è una delle cose più stupide che esistano. Da ambo i lati. E Condoglianza Rice non era migliore di Bush.

    Ciao carissima. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, bella!!! ;-) la pensiamo allo stesso modo su femmine e/o maschi, se non ora quando e bla bla bla. In Italy tutto è vergognoso, nel senso di ridicolo, volgare, subdolo e stucchevole, ora come vent'anni fa, o da vent'anni fa... più o meno. Vedi un po' cosa abbiamo guadagnato con la Boschi e la Madia, giovani e donne, o giovani donne. Figurette per premier strabordante ecc. ecc. Che di questi tempi eleggano un Presidente della Repubblica che possa sconciare i giochi così "sapientemente" disposti da Napolitano & C. ce lo sogniamo... tanto vale dormire. :-(

      Elimina
  2. Oggi post al "pepe" rosa. Ma no, dai che i maschi sono "inferiori"! Sai la barzelletta:
    - Come si fa a fare alzare un uomo dalla poltrona?
    - Mettendo il telecomando in terra davanti a lui. :)
    Si scherza! Sai quando parliamo di umanesimo, siamo sempre alle solite, maschi e femmine, neri e bianchi, cristiani ebrei e musulmani, grassi e magri. Sempre al conflitto, la società del conflitto. Pare che abbiamo vissuto 200 000 anni per ridurci così. E la politica? Qui oramai siamo all'esoterismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hai detto, Santa, ESOTERISMO! Loro la chiamano, incredibilmente, "CREDIBILITA'"!!!!!!!!!
      Il "Patto del Nazareno", per dire, (già evocativo nel nome), è stato così liquidato dal nuovo sindaco di Firenze (oh...mamma mia!!!! un altro! che lo eleggano Presidente della Repubblica?) "Non c'è un accordo scritto e anche se non c'è io mi fido di quanto affermato dal Presidente del Consiglio e Capo del Mio Partito, che si sta GIOCANDO la credibilità". Ecco, cosa sia la "credibilità" soprattutto del Presidente del Consiglio e Capo del Suo Partito nessuno ce l'ha spiegato. Parlano per concetti astratti, per teorie, per "parole grosse"... diciamo così, per semplificare parecchio, che non hanno, dette in contesti politici e di questi giorni, senso alcuno! Potrebbero ricordare i linguaggi della mafia, dove non viene mai detto nulla ma chi sa capisce! Orrore! e Farsa!

      Elimina
  3. Mah! Mi sembra che si parli solo di boiate da parte dei Nostri Valorosi Governanti e sempre meno di cose importanti e urgenti. Donna, uomo... ma sono problemi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boiate!!!!!!!!!!!!!!! Linda, l'hai detto! La cosa triste è che tentano e riescono in moltissimi casi, a prenderci in giro, ad abbindolarci, ad imbrogliarci!!

      Elimina
  4. Perdona se insisto. Ma il problema non è chi ci rappresenta, ma chi esprime le scelte, cioè noi. Detto questo, rappresentano ciò che vogliamo sia rappresentato, cioè "fuffa". Esempio "il cometaggio" di ieri. Una notizia sbalorditiva per la scienza, saremmo dovuti scendere tutti in piazza a far festa. Ovviamente una notizia che ha occupato poco della Tv e del resto dei media, però sappiamo tutto della signora Elena Ceste (si fa per dire anche in questo caso purtroppo)

    RispondiElimina