martedì 25 novembre 2014

"Massimo rispetto" (per Berlusca il leitmotiv era "I Comunisti")

"Vittoria netta, bravissimi @sbonaccini e @Oliverio_MarioG
Massimo rispetto per chi vuole chiacchierare.
Noi nel frattempo cambiamo l'Italia"

 (tweet di Renzi, Matteo, non so, non credo ultimo, visto che per cambiare l'Italia ne sforna a getto continuo)

tra un pò, quando qualcuno si suiciderà e, per sbaglio, i media dovessero parlarne, lui dirà:

"Massimo rispetto per chi si suicida.
Noi nel frattempo cambiamo l'Italia"

per chi si incatenerà a 100 metri d'altezza
"Massimo rispetto per chi si incatena.
Noi nel frattempo cambiamo l'Italia"

Quando qualcuno, povero,  ucciderà un altro povero, per rubargli il pane
"Massimo rispetto per chi uccide.
Noi nel frattempo cambiamo l'Italia"

E quando un marito ammazzerà la moglie perché quest'ultima avrebbe voluto partire, andare via alla ricerca di qualcosa di più bello e più vivibile, lui dirà
"Massimo rispetto per chi uccide la moglie.
Noi nel frattempo cambiamo l'Italia"

e quando le imprese continueranno a delocalizzare lasciando una marea sempre più alta di disoccupazione, lui dirà
"Massimo rispetto per chi delocalizza.
Noi nel frattempo cambiamo l'Italia"

ecc. ecc.
Lui deve apparire buono, deve apparire ragionevole e innovatore.
A me sembra matto da legare!


chiedo scusa al grande Jack, per averlo utilizzato a scopi tanto meschini

10 commenti:

  1. Forse a chiusura hai scelto un film adatto Shining o "Il luccichìo"...

    RispondiElimina
  2. Che dire? ... erano elezioni parziali, in particolare in una regione storicamente di sinistra (con tutto quello che si può intendere), e la stragrande parte della popolazione è stata a casa. Qualche domanda se la devono porre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che dici, All!? Domande fatte a se stessi? L'unica domanda che si sia posto Renzi e alla quale si sarà anche dato una risposta, dev'essere: - Sono bravo? Sono intelligente? Sono forte? Sono capace? Sono furbo? Cosa devo fare per arrivare dove voglio? - Ecco, di questo tenore le domande. Ho letto da qualche parte che lo scopo è anche quello, vale a dire, evitare che la gente vada a votare, sottrarre quel poco di partecipazione che le persone potrebbero pensare di esercitare, altro che speranza! Da questo atteggiamento di negazione si vede quanto sia interessato a dare speranze alla gente. E' uno di quelli che riesce a considerare solamente ciò che lo conferma.... e a culo tutto il resto, per dirla con Guccini.

      Elimina
  3. oggi Rosi Bindi ha detto "siamo già pronti"... staremo a vedere!
    da parte mia, posso solo confermare che tutti quelli che hanno detto che Renzi è la sinistra si meriterebbero una solenne bocciatura all'esame di scienze politiche (un po' come dire che in Cina oggi c'è il comunismo, ma chi li abilita a fare i giornalisti???) (tg3 di Bianca Berlinguer compreso)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma per carità... Giuliano, il tg di Bianca Berlinguer? Sai cosa penso? forse il popolo italiano è vittima di un incantesimo, una regressione di massa all'infanzia ma un infanzia... un poco abusata, diciamo così, che l'infanzia, di suo, tende ad essere intuitiva e "sente" il suono falso e riconosce lo sguardo ingannevole.

      Elimina
  4. l'altro giorno c'era la Todini che diceva "ho iniziato a fare politica con Forzitalia perché sono liberale", e Lucia Annunziata ha annuito convinta. Berlusconi liberale?? ma quando mai... Cara Bibliomatilda, ci sarebbe un gran bisogno della tua biblioteca, basterebbe anche un'enciclopedia piccola piccola...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh... Giuliano! Che piacere che mi fai!!! :-)
      Davvero, l'istruzione, la scuola, la lettura, già proprio, lo posso dire da biblioteca quale sono, la lettura, l'abitudine alla riflessione, alla complessità delle cose del modo, l'umiltà, anche, a volte, quanto farebbe bene a tutti noi!

      Elimina
  5. L'ha detto pure Landini!!!!!!!!!!!!!!!!
    Proprio come me!!!
    «Quando sento dire dal pre­mier che l’astensione, con un 63% di per­sone che non sono andate a votare, è un fatto “secon­da­rio”, io dico che è fuori di testa». fonte: http://ilmanifesto.info/landini-il-premier-e-fuori-di-testa/

    RispondiElimina
  6. Quasi quasi, io mi candido e Landini continua a fare il sindacalista! Così, per provare, magari funziona :D

    RispondiElimina