martedì 8 luglio 2014

Età della vita

Leggendo, distrattamente, delle ultime vicende di riforme costituzionali, lo dico e lo scrivo minuscolo, perchè il metodo e il contenuto di queste "riforme" altro  non meritano, vedo che il presidente Napolitano, ha, incurante del dibattito (se dibattito può essere chiamato) in corso in Parlamento e nelle Commissioni sulla "riforma", appunto, del Senato, il presidente ha sollecitato, dicevo, maggiore celerità e una immediata conclusione dell'iter, in quanto l'Italia, pare, non possa far a meno di detta riforma per sopravvivere.

Due esempi, ho pensato, il nostro presidente della repubblica e il nostro premier, di come i quasi estremi dell'età umana non possano dirsi rientrare sempre in quelle categorie che per luogo comune si identificano con esse, la Saggezza abbinata alla vecchiaia, e la Lungimiranza abbinata alla giovinezza.

Prepotenti e capricciosi, mi appaiono entrambi, premier e presidente. In politica autoritari e stupidi a non vedere quanto poco bene porteranno quelle riforme che paiono in questo momento fatte apposta per salvare ancora la politica corrotta.


Nessun commento:

Posta un commento