lunedì 26 maggio 2014

Ribellione

. "Abbiamo scelto la ribellione, sarebbe a dire, la vita ”
grazie a Slec che mi ha fatto scoprire questa miniera di conoscenza e nuove informazioni sul movimento zapatista.


“Se essere coerente è un fallimento, allora l’incoerenza è la strada per il successo, per il potere. Ma noi non vogliamo prendere quella strada, non ci interessa. Su queste basi, preferiamo fallire che vincere.”

Contra la muerte, nosotros demandamos vida.
Contra el silencio, exigimos la palabra y el respeto.
Contra el olvido, la memoria.
Contra la humillación y el desprecio, la dignidad.
Contra la opresión, la rebeldía.
Contra la esclavitud, la libertad.
Contra la imposición, la democracia.
Contra el crimen, la justicia.


4 commenti:

  1. in Sardegna invece:

    http://amareproduzioniagricole.blogspot.it/2014/05/comitati-in-cammino.html

    http://amareproduzioniagricole.blogspot.it/2014/05/resistenza-contro-la-distruzione-della.html

    ciao f.

    RispondiElimina
  2. Ciao Matilda!
    Il movimento zapatista ha dimostrato che è possibile cambiare le cose e che il mercato non è una sorta di destino.
    Quando penso a come sta andando il mondo soprattutto da 20 anni a questa parte, a come cioè sia tornato il capitalismo più becero, crudele ed ottuso... ed a come la gente lo sta sostanzialmete accettando, beh, allora michiedo come non possa tornare un forte movimento rivoluzionario che spazzi via tutto questo orrore.
    Ma chissà che non si possa ricominciare!
    Un caro saluto
    Riccardo,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Riccardo e grazie!
      Che bello, ho trovato uno che ancora ci crede?
      Un caro saluto a te!

      Elimina