lunedì 12 maggio 2014

Libero dissenso a Torino


ne accadono di cose importanti in questa città!
Torino, medaglia d'oro per la Resistenza ha accolto venerdi pomeriggio la manifestazione del movimento No-Tav che chiedeva oltre alla liberazione dei giovani incarcerati con l'accusa di terrorismo, il diritto a manifestare dissenso senza per questo correre il rischio di essere etichettati come "antagonisti", definizione equivalente, di questi tempi, a violenti e terroristi, appunto.

«Siamo qua per riven­di­care il diritto al dis­senso, alle libertà demo­cra­ti­che messe in crisi da un atteg­gia­mento per­se­cu­to­rio verso chi prova a disco­starsi dal pen­siero unico. Oggi la nostra paura va ben al di là della costru­zione del Tav, per­ché ci ren­diamo conto che qual­siasi forma di diver­sità di pen­siero potrebbe rice­vere lo stesso trat­ta­mento riser­vato ai quat­tro ragazzi accu­sati di terrorismo». (il manifesto, 10.05.2014)

Nessun commento:

Posta un commento