domenica 18 maggio 2014

La bellezza di alcuni libri

















Non andartene docile in quella buona notte,
Vecchiaia dovrebbe ardere e infierire
quando cade il giorno;
Infuria, infuria contro il morire della luce.

Benché i saggi infine conoscano che il buio è giusto,
Poiché dalle parole loro non diramò alcun conforto,
Non se ne vanno docili in quella buona notte.

I buoni, che in preda all'ultima onda
Splendide proclamano le loro fioche imprese,
Avrebbero potuto danzare in una verde baia,
E infuriano, infuriano contro il morire della luce.

I selvaggi, che il sole a volo presero e cantarono,
Tardi apprendono come lo afflissero nella sua via,
Non se ne vanno docili in quella buona notte.

Gli austeri, vicini a morte, con cieca vista scorgono
Che i ciechi occhi quali meteore potrebbero brillare
Ed esser gai; e infuriano
Infuriano contro il morire della luce...


                                                                          Dylan Thomas


Foto di bibliomatilda, scattate da cellulare
il libro meraviglioso dal quale son tratte immagini e poesia è:

Jackson Pollock
La vita e l'opera, 
di Bryan Robertson,
Il Saggiatore, 1961

Nessun commento:

Posta un commento