sabato 24 maggio 2014

Guerre in corso







Compas,
vi scrivo in un momento pieno di rabbia e dolore collettivi. In uno di quei momenti in cui ti ricordi di vivere in un paese in guerra. Una guerra lunga, che si perde di vista quando sia iniziata, una guerra permanente contro la popolazione, contro i popoli, che se guardiamo bene è in corso in tutto il mondo, ma qui è più sfrontata.
Il 2 di maggio hanno ucciso Galeano. Sono stati i paramilitari, ovvero il governo messicano. Galeano l’avevamo conosciuto in Agosto del 2013, all’Escuelita Zapatista. Eravamo migliaia, da tutte le parti del Messico e da tutte le parti del mondo, siamo arrivati in Chiapas e abbiamo avuto l’opportunità, il privilegio, di conoscere per una settimana la realtà che hanno costruito gli zapatisti in questi 20 anni di lotta e resistenza. Abbiamo vissuto ciascuno in una famiglia zapatista, e ci accompagnava un Guardiano o una Guardiana. Abbiamo conosciuto la forma di autogovernarsi, la forma del sistema di educazione autonoma, di salute autonoma, di resistenza economica e tutte le aree dell’organizzazione della vita, con cui gli zapatisti ci dimostrano che è possibile un altro mondo, che è possibile essere anticapitalisti davvero, senza ingiustizie. Il titolo dell’Escuelita era appunto: La libertà secondo gli e le zapatiste.

da qui


Nessun commento:

Posta un commento