venerdì 18 aprile 2014

La vita è così.

La vita è così.

- Mia figlia!! - ha esclamato ieri, mia  madre, scorgendomi ferma sulla soglia a guardarla.
Ero lì da qualche secondo, che la osservavo mentre si sistemava la giacchina di lana e, contemporaneamente, scambiava qualche parola con la sua amica di sempre, quella che, nonostante il suo carattere spinoso, non l'ha mai abbandonata.
- Mia figlia!! - che bellezza, vero? due parole, il suo sguardo stupito e felice, la fiducia nella mia presenza, il suo sorriso e, se fossi Lars Von Trier, realizzerei un'inquadratura con il prato di margherite che ho visto poche settimane fa, o di un frutteto di ciliegi, o di campane che suonano a festa contro il cielo azzurro di metà primavera, le rondini, un volo di fenicotteri o le foglie alte sui rami dei platani che ondeggiano nell'aria, cime di montagne, sorgenti... musica.

- Mia figlia!! - c'è tutto un mondo, una vita intera in quelle due parole, la sua poesia.



Vincent Van Gogh
Oliveto in fiore
1889

Museum of Modern Art
New York


e, ho saputo ora, Gabriel Garcia Marquez è morto. Aveva 87 anni.
Sua opera immensa, tanto amata, anche da me, è Cent'anni di solitudine, che, per moltissimi motivi, fa parte della vita mia e anche di mia madre, della mia famiglia. 

La vita è così. 

A volte fa sorridere, altre fa piangere. Dicono, i saggi, si debba accettare la morte, gli abbandoni, le ingiustizie. Saperle gestire, saperle elaborare, saperle collocare nella nostra vita senza che la distruggano prima del tempo. La felicità che Gabriel Garcia Marquez dimostrava di conoscere era pari alla tristezza e alla sofferenza che ugualmente trattava con molta maestria. La morte e la comunicazione possibile anche aldilà di essa. Mi aspettavo scrivesse ancora.


" Il venerdi spuntò tiepido e secco. Il giudice Arcadio, che si vanagloriava di aver fatto l'amore tre volte per notte da quando aveva provato la prima volta, quel mattino fece saltare le corde della zanzariera e piombò a terra con sua moglie nel momento supremo, avvolto con lei nell'involucro di tulle." 

La mala ora
Gabriel Garcia Marquez
Opere
I  Meridiani, Mondadori, 1987
 



Nessun commento:

Posta un commento