giovedì 6 febbraio 2014

Senza rima


from my archive

Vorrei addormentarmi
senza temere
che l'angelo a me accanto
si trasformi
in violenza.

Vorrei sentirmi bella
leggera e viva
con occhi che cercano
anche là dove nessuno vede,

non doverlo sempre pagare
con la solitudine.

Vorrei dire
il mai detto,
le parole mie inusuali,
ed essere amata
per questo.

Vorrei cantare
in tutti i miei toni
ed essere amata
per questo.

Vorrei urlare la rabbia
l'orrore per l'ingiustizia
l'incomprensione
l'indifferenza
gli abbandoni
e l'invidia

lo sgomento
per chi la paura trasforma
in carnefice,
ed essere ascoltata
in questo.

Piango per chi
l'ansia di arrivare sempre
un poco più avanti dell'altro
fa scordare la pace.

Per chi la bellezza
fa troppo spavento.
Per chi non è abituato a pensare.

Piango per chi crede alla vendetta
quale unico modo di amare.



2 commenti:

  1. \Perché ci facciamo carico, abbia a cuore, ci prendiamo cura. E questo ci rende vulnerabili, fino a farci piangere, anche nel sonno, per il dolore e per la paura di noi stessi e degli altri.. .
    Belle belle parole...
    Un abbraccio, cara, davvero cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Linda, ci facciamo carico, abbiamo a cuore, ci prendiamo cura… è tutto vero e bello quello che dici, di noi donne, certamente di noi due. Ti abbraccio

      Elimina