sabato 25 gennaio 2014

Eventualmente


Lascio l'energia del mare,
il vuoto sotto la cresta
fatto di aria di luce di respiro sonoro.
La lascio alle persone che sanno
dai movimenti dell'acqua 
trarre sogni.
Mai mi stancherò di stare al suo cospetto
vedere la sua corsa
che a volte pare un gioco
altre distrugge.
La lascio a chi sa che ogni onda è diversa.


Lascio l'azzurro,
e il bianco del cielo
il marrone e il verde
della terra che è forte.
Il bruno ocra della sabbia 
che d'inverno si lascia
purificare dal sale.
Lascio il desiderio 
e il sentire di essere
acqua e terra.


Lascio la capacità di vedere
di ascoltare
di dare
di sorridere
di riconoscersi nell'altro
che non fugge
non finge
non teme
non mente.
La solitudine, dunque.


Il cremisi delle rocce
e il passato 


 scogliere che abbracciano il mare


I passi, tanti.
A coloro che amo
che possano riuscire a trovare sempre
il modo di cambiare 
e di riconoscere sempre
il cambiamento inevitabile
e giusto
di tutte le cose.


La purezza


each photo's mine

4 commenti:

  1. Tra versi e immagini ti si scopre sempre più Artista.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, che bello, Nick, che me lo dica tu :)* Ricambio con due :-)

      Elimina
  2. Bel connubio parole/immagini...

    RispondiElimina