venerdì 12 luglio 2013

Otto Dix

Otto Dix - Selbstbildnis mit Muse, 1924. Öl und Tempera auf Leinwand, 81 x 95 cm
Karl Ernst Osthaus Museum, Hagen; © VBK Wien, 2009
 
Fritz Loffler
OTTO DIX: Leben und Werk
Anton Schroll, 1967 

5 commenti:

  1. Otto Dix non è mai di facile lettura o istintivamente bello. Ma, confesso, che ha il fascino del male dell'anima e dell'oscurità.

    Ciao cara Mat, me ne vado un po' al mare, non bello come il tuo, ma almeno utile per respirare e per dormire. Forse.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Linda cara. Catalogavo stamane, libri antichi. Ho trovato questo, in lingua originale. Bellissimo. Otto Dix, da combattente convinto all'inizio della prima guerra mondiale, divenne un fervente pacifista. Dipingeva con rabbia, credo, non poteva non rappresentare il male attorno a sé. Meraviglioso nella sua crudezza.

      Elimina
    2. Un abbraccio grande anche a te, Linda. Io ancora al lavoro. Però le ferie si avvicinano anche per me. Riposa, mi pare tu abbia avuto un anno difficile. Anche il mio non è stato scintillante come chissà perché avevo pensato potesse essere all'inizio dell'anno.
      Buone vacanze a te. Ciao

      Elimina
  2. Lei assomiglia vagamente ad Helena Bonham Carter, grande attrice dei nostri tempi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, All, le somiglianze di questa musa sono parecchie, io ne avevo trovato una isolana...comunque, ciao :-)

      Elimina