martedì 25 giugno 2013

Venezia


foto di bibliomatilda

non ho idea di chi rappresenti il simbolo sotto la scritta, però, credo sia un buon augurio... non solo per Venezia.

6 commenti:

  1. Rido...qualche segnale di fuoriuscita dallo stato comatoso del Triveneto? chissà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è apparsa straordinaria...

      Elimina
  2. bisognerebbe liberare le teste...
    :-)
    a oggi, però, perfino la Treviso del segapanchine Gentilini è libera dalla Lega, speriamo che i nuovi sindaci non facciano scemenze come è successo altrove.
    Venezia non ha mai avuto un sindaco della Lega, c'era Cacciari che è di destra - ops!
    di dov'era Cacciari??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... di dov'era Cacciari?
      Sai quante volte me lo sono chiesta?
      non solo ascoltando le esternazioni sul San Raffaele di Milano...
      a suo tempo...
      (che rimanga tra noi... il senso di accoglienza degli abitanti di Venezia, l'organizzazione di musei ed eventi culturali, la preparazione di coloro che lavorano per la rete informativa e di assistenza ai visitatori, mi spiace dirlo, lascia molto ma molto ma molto a desiderare... a proposito della liberazione delle menti)...forse ne farò un post... forse..

      Elimina
  3. In verità la lega non è mai riuscita elettoralmente a sfondare a Venezia, città internazionale, città con una coscienza e una classe che le altre città del Veneto si sognano (lo dico con cognizione di causa, essendoci in mezzo, anzi geograficamente e anche politicamente sul lato più destro, purtroppo). Però è poi vero, che anche i sindaci che ha avuto, hanno rappresentato istanza moderate (non solo Cacciari), hanno inglobato spesso e volentieri il pensiero dell'avversario (come in tutta Italia, per questo siamo così malridotti); comunque sì, è un buon segno... il simbolo è forse un leone rasta o ribelle, un po' sbiadito. Buon viaggio a Venezia, città meravigliosa nonostante quale disagio.
    p.s. sto leggendo un bel romanzo ambientato a Venezia, di uno scrittore che la conosce e vive, Perché a nessuno piace il mio caffè? di Paolo Ganz, se sei ancora lì, cercalo, ti piacerà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della segnalazione, All. Città meravigliosa Venezia, nonostante qualche disagio! :-)

      Elimina