martedì 14 maggio 2013

Il Fascismo

"Il fascismo conviene agli Italiani perché è nella loro natura e racchiude le loro aspirazioni, esalta i loro odi, rassicura la loro inferiorità. Il fascismo è demagogico ma padronale retorico, xenofobo, odiatore di cultura, spregiatore della libertà e della giustizia oppressore dei deboli, servo dei forti, sempre pronto a indicare negli 'altri' le cause della sua impotenza o sconfitta". 

(ENNIO FLAIANO)



7 commenti:

  1. purtroppo un paese mafioso farà sempre fatica a non essere fondamentalmente fascista... :-(

    RispondiElimina
  2. Concordo con Flaiano, concordo cn lo Zio ... e questo, ma già lo sapevamo, conferma che la criminalità sotto il fascismo non era stata sconfitta (come vuole una certa retorica), anzi ... era la potere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anzi... eh già! :(
      intanto Ingroia ha dovuto accettare la sede di Aosta...pare per andarsene subito dopo. Il nome del movimento è cambiato da RIVOLUZIONE ad Azione, come se fosse la stessa cosa! A quel punto potevano chiamarlo Giacomo!

      Elimina
  3. il fascismo viene associato all'ordine, alla sicurezza...è questa la cosa più triste. Ancora pochi giorni fa, provando a parlare di politica con un vicino che conosco da tempo, e che è un'ottima persona, abbiamo convenuto che non si deve votare per i condannati per mafia e corruzione, e poi alla fine - zac, puntuale e purtroppo atteso: "ci vuole l'olio di ricino".
    Della realtà storica pare che non freghi niente a nessuno, Matteotti fu ucciso (nei primissimi anni 20) perché stava portando in Parlamento le prove della corruzione e delle ladronerie dei fascisti...
    Lo saprà qualcuno, oltre a noi quattro qui seduti al tavolo?
    Ecco perché nessuno si preoccupa di Forza Nuova e di Casa Pound, il fascismo è visto da molti italiani (quasi tutti) come ordine e sicurezza.
    Tristissimo, ma è così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa dell'olio di ricino! E' vero! Lo si dice quasi come battuta ma in fondo ci si crede profondamente! Si crede che esistano, possano esistere rimedi da imporre, questa è la mentalità fascista, per far cambiare gli altri, mica se stessi. Ognuno si sente nel giusto, financo nell'essere schiavo! Per non ammettere questo semplice fatto si tenta allora di far schiavo l'altro, che sia amico o nemico poco importa tanto è relativo il concetto di amicizia di fronte a quello di obbedienza e di ordine, appunto. Senza nulla togliere alla pericolosità di "gruppi" come Forza Nuova o Casa Pound (qui da noi non sono presenti quanto al nord) quello che mi sgomenta e mi fa paura è la mentalità fascista tanto diffusa, è la mentalità mafiosa dell'obbedienza al più forte, dell'obbedienza ad un ordine imposto, perché in quel caso o sei vittima dell'ordine o sei fautore dello stesso e la stragrande maggioranza tenta in tutti i modi di essere artefice di oppressione, piuttosto che sentirsi oppresso. Ci vuole intelligenza, ci vuole sensibilità, ci vuole persino istruzione a capire che l'oppressione vera è quella che ci rende "braccio" di menti non nostre!!!!

      Elimina