martedì 9 aprile 2013

Che si fotta la troika!

non sono io a dirlo è il movimento portoghese nato in questo ultimo periodo.
Certo ricorda il Vaffanculo di Grillo e grillini, ma in fondo appena appena meglio!

E una cosa anche la devo dire...
o chiedere: - ma perché il nostro Presidente della Repubblica dovrebbe essere tanto sacro da non poter neppure essere civilmente criticato? E perché se qualcuno osa esprimere la propria contrarietà alle decisioni sbagliate, tutte, che va prendendo da un paio d'anni in qua, si starebbe attentando alle Istituzioni dello Stato? E perché una critica fatta a parole, individuale, anche se di più di un individuo, ma senza manifestazioni di piazza, senza proteste, dovrebbe essere più pericolosa delle adunate contro la magistratura, potere dello Stato anch'essa, indette dall'illustrissimo nostro ex primo ministro ventennale???????????????

Io mi sento di criticare tutte le scelte del Presidente Napolitano, da quella funesta della nomina del governo Monti, ancora in carica, purtroppo, a tutte le azioni contro la creazione di un governo a guida Bersani. Era chiaro sin dall'inizio che il suo obbiettivo era la costituzione di un governissimo con dentro il cavaliere. Per metterlo a tacere, forse, come se quello tacesse mai o lo facesse finalmente solo per averlo promesso, per vergogna di averlo sostenuto per venti lunghi anni, lui e tutto il sistema, per paura di lasciar spazio al movimento 5 Stelle. Ma quelli non se ne accorgono? Non osano far notare neppure la più piccola incongruenza nelle azioni della massima carica dello Stato. Evidentemente hanno imparato subito, da buoni italiani: un capo ci deve essere, far finta di credere a qualcuno è necessario per realizzare il proprio fine. Mandano a fan culo il mondo intero e si costruiscono in Bersani un capro espiatorio perfetto e unico.

Almano i portoghesi nella ricerca del capro espiatorio hanno mirato decisamente meglio!

7 commenti:

  1. una cosa però va ricordata: al governo c'era Berlusconi. Se gli italiani votano in massa per questa gente qua, per i Bossi i Maroni eccetera, scegliendo sempre il peggio, neanche Superman in persona può rimediare.
    Napolitano ha provato a metterci una toppa, sono sicuro che ha lavorato parecchio per convincere Fini e gli altri "scissionisti" , poi Monti, Fornero e compagnia sono stati un altro disastro, ma se gli italiani (e i lombardi in prima fila) scelgono sempre i peggiori, è inutile sperare in interventi dall'alto.
    Piuttosto, mi sembra una barzelletta quello che dice Silviolo in questi giorni, quella sui presidenti "di sinistra": perché, Napolitano è di sinistra? Lo è mai stato? Mah...
    comunque sia, Napolitano ormai appartiene al passato, la settimana prossima vediamo chi arriva.
    fin qui la barca galleggia ancora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, infatti io di interventi dall'alto non ne posso proprio più!
      Sono più demoralizzata di te in questo periodo! Lombardi o Sardi, quando si tratta di fare cazzate non fa mica tanta differenza, accomunati dalla "radice" italiana, con buona pace delle cazzate sull'identità del popolo di quest'isola! Perché il Presidente della nostra regione? E le variazioni ai piani paesaggistici fatte approvare da Soru nella scorsa legislatura? E la ri-svendita di quello che rimane della Costa Smeralda? e quelle zone meravigliose delle ex-miniere? che da poco hanno detto - sì, ci sono soldi e progetti; no, non ci sono né soldi e né progetti e forse è meglio che progetti non ce ne siano perché altrimenti distruggono pure quelle perle!? però siamo in piazza tutti a "commemorare" le giornate contro violenze varie e "se non ora quando" fa sentire persino le suore romantiche rivoluzionarie, ma quando mai!?

      Certo che non si deve aspettare che un solo uomo risolva la situazione, a me pare che la situazione, l'uomo in questione, la voglia risolvere proprio senza toccare Berlusconi! Per un patto non detto con lui o con Letta o con non so chi. Io ho avuto la netta sensazione che ci sia da parte della presidenza la volontà di non addivenire ad una soluzione che tenga fuori Berlusca. Ecco cosa! Non che mi aspetti, dunque, che sia lui a risolvere, mi aspetterei che non fosse lui a mettere i bastoni tra le ruote. E' vero anche che Berlusca ha avuto i voti che ha avuto...allora? Non ce lo leveremo mai di torno? Mi auguro solo che Bersani non ceda nel coinvolgimento del cavaliere al governo o in una qualunque intesa...però, in fondo anche lui è un uomo...
      Che macerie, eh?

      Elimina
  2. sì, è vero, il collante nazionale, la vera identità nazionale, forse sta proprio nell'essere imbecilli. Io parlo della Lombardia perchè noi lombardi siamo la locomotiva d'Italia... pensa un po', con l 'ndrangheta ben dentro al Pirellone.
    il tuo riassunto non fa una grinza, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ... che peccato parlare di macerie, però che sollievo condividere qualche parola e pensiero "comune"... ma straordinario, visto il contorno! :-))

      Elimina
    2. ...contesto, volevo dire. :)

      Elimina
  3. Concordo in pieno con te sulla contrarietà alle scelte di Napolitano in questi ultimi anni e non solo (leggi antiimmigrati, la Turco-Napolitano appunto, filo-socialista ai tempi di Craxi e via discorrendo ... pensare che sia un uomo di sinistra, mi fa ridere, o un comunista, come lo definì il sindaco della mia città anni fa non mettendo la foto nel suo studio, salvo poi diventarne amicone) è assurdo. Credo poi, che in questo periodo è pesante anche il comportamente di Grillo (ha impedito un accordo con il Pd, per un cambiamento da verificare, ovvio, ma è stato fermo per lucrare voti) . Non vado pazzo manco per Bersani, moderato, troppo moderato, e che passi per un estremista è un'altra assurdità nei nostri giorni... Il contesto, già ci vorrebbe un altro Sciascia oggi (anche se da solo non basterebbe)..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che non sopporto proprio di questa società italiana è la viltà, la mediocrità, il servilismo, la ferocia per dirla sempre con il mio Pasolini della Ballata! Lo spirito critico, il dubbio, la serenità nel compiere le azioni che più si ritengono giuste, la lungimiranza, il senso di responsabilità, la coscienza vera dei propri limiti, ma non per non dar fastidio ai potenti, ma come consapevolezza serena che abbiamo sempre tanto da imparare anche dagli altri...ecco...questo mi piacerebbe vedere nelle persone, in tutte.

      Elimina