martedì 12 marzo 2013

A proposito di scuola e M5S

Carmilla on line ®

dedicato  a tutti quei colleghi insegnanti che hanno votato ★★★★★

18 commenti:

  1. Ho sempre pensato che gli insegnanti dovrebbero essere pagati cinque volte di più. (Quelli bravi e appassionati, che sono pochi ma ci sono, eccome!) Mentre quelli (e ci sono pure loro) che già adesso rubano lo stipendio, dovrebbero andare a zappare.
    Però mi sembra che sulle altre proposte i 5 stelle (che io NON ho votato) abbiano ragione.
    Hanno tante buone idee, ma ciò che preoccupa (e molto) è quanto siano fuori dal mondo nelle idee sull'economia (a cominciare da quella ROVINOSA dell'uscita dall'Euro...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. peggio della rovinosa uscita dall'euro c'è stata solo una cosa in questa nazione: la rovinosa entrata nell'euro.

      :D

      Elimina
    2. La rovina più grande è la mancanza di intelligenza, di cultura, di sensibilità, di volontà di cambiare le cose invece di adeguarvisi per paura di essere additati come "diversi", come "estremisti", forse proprio su questa paura ha fatto leva, anche su questa paura, il movimento 5S: si può risolvere tutto con un va fan culo se si è in tanti a dirlo...e la voglia era davvero grande, soprattutto in quelli che un pò diversi lo sono sempre stati, alcuni, pochi, orgogliosi di esserlo, altri impauriti e pavidi hanno aspettato il momento in cui lo dicevano in molti. Ovviamente sto estremizzando anch'io, non prendere alla lettera tutto quanto, anche se tutto quanto non è molto lontano dalla realtà :-)

      Elimina
    3. malgrado i vaffa io vedo che l'unico "movimento" che provuove il cambiamento è il M5S, TUTTI gli altri tendono solo a rafforzare lo status quo.

      magari non TUTTI TUTTI, ma quasi TUTTI!

      Elimina
    4. Beh...insomma, basta eh!? Finisce che arrivano qui solo sostenitori di ★★★★★ mentre io adoro l'intero sistema solare! Sia chiaro, da questo momento in poi censurerò con la forza datami dal web qualsiasi altro commento in favore di ★★★★★ e poi staremo a vedere!!!!!! .-))

      Elimina
  2. Il discorso è complesso e difficile. Se il programma sulla scuola è quello che emerge da questo lucido articolo, la capacità o l'incapacità dell'insegnante non c'entra proprio nulla. C'è un mare di gente che non sa e non gliene importa nulla di far bene il lavoro che gli permette di vivere. persino zappare la terra, guarda, non lo considererei un lavoro facile o punitivo. Il punto è sempre quale idea di società hai in mente. Quale idea di scuola e se quell'idea la detieni, devi fare di tutto perché quell'idea si realizzi negli atti, nella pratica quotidiana. Programmi, vai per piccoli passi su cose concrete, agisci e vedi il risultato della prima azione e solo dopo procedi alla seconda, verifichi quanto quello che hai ottenuto sia coerente con l'idea iniziale, se è meglio o peggio, correggi e procedi. Quale appare ora il loro scopo? Quello di andare alle elezioni per prendere il più possibile? e dopo? chi lo vota, chi si candida, mi pare stia firmando una cambiale in bianco, altro che uscire dall'euro. Questa degli insegnanti incapaci è come dire che i dipendenti pubblici sono fannulloni! Organizza un sistema diverso, pensalo, progettalo, mica puoi dire siccome i dipendenti pubblici sono fannulloni e gli insegnati incapaci, togliamo loro lo stipendio, lo sostituiamo con un redditto di cittadinanza, che diventa un'elemosina e risparmiamo, una valanga di quattrini! A fare? Lo vedi che si distrugge così anche quel poco di buono che c'era? Quando il governo Monti e gli altri, molti, procedevano a tagli lineari, agivano secondo questa logica, siccome ogni categoria in italia nasconde corruzione e inadeguatezza, allora tagliamo laddove sentiamo puzza di muffa anche quello che ammuffito non è per nulla. La politica, vera, credo che richieda un'applicazione precisa, finalizzata, attenta. Ci deve essere prima lo studio, la valutazione del problema e l'ideazione dei rimedi, proprio come fa un buon insegnante, altro che "la buona padrona di casa" di cui ci hanno gonfiato le palle in tutti questi anni, per giustificare uello che ci toglievano. Forse un buon insegnante, di quelli che hanno a cuore, effettivamente, il futuro e la mente dei propri alunni, potrebbe dare ai politici attuali una buona mano per risolvere la situazione. Avendo sempre in mente il bene di un altro, che sia alunno o società.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel particolare non posso che essere d'accordo con te. (E lo zappare era solo un modo di dire, lo ammetto, un po' superficiale - io poi, figurati, ho un bravissimo fratello giardiniere...) Parlavo di idee secondo me buone come il farla finita coi milioni pubblici alle sqhuole kattolike, o con l'assurdo valore legale del pezzo di carta, ma è innegabile che su molte altre cose questo movimento ha atteggiamenti pericolosetti, di chi pensa che l'unica soluzione siano le macerie... e provare a fare un passettino alla volta? Bersani sarà limitatello e rappresenterà il vecchio, ma poteva essere il nostro piccolo Hollande, il che, rispetto agli anni di sfascio pidiellino, più che un passetto poteva già essere un BALZO, in avanti...

      Elimina
    2. Fossi cattolica praticante direi: "Siamo nelle mani del Signore" :-( perchè è effettivamente un gran casino!!!!!!!!!!!!!!!!! Io, guarda, ho fatto ben due post sul movimento 5S http://bibliomatilda.blogspot.it/2013/02/martedi-22-maggio-2012.html, che era la ripetizione pari pari di quello fatto in occasione della vittoria del M5S a Parma. Non è mia abitudine mentire su quello che penso in politica come in ... amore ( :-) )) (chissà che cazzo di simbolo ho creato), e so che le cose che dico lasciano quasi sempre il tempo che trovano, però a volte, anche se l'effetto è questo, ci azzecco alla grande, e il tempo rimane come era prima che io parlassi... comunque, anch'io ci vedo qualcosa di buono e lo sai dove? Dove manda a fan culo i giornalisti, il far politica attuale, soprattutto il merito di aver aperto le porte a gente comune, che non mi sembra per nulla sbagliato...però, amico mio, rifletti un attimo, il valore legale del titolo di studio!!!!!! e che cazzo!!!!! e perché no? lo vedi che è un levare, sempre più velocemente, valore alla scuola, a quello che essa rappresenta, anche se è un fatto formale, beh...tutti noi ci siamo formati e abbiamo raggiunto la nostra posizione attuale anche grazie a questo. E poi, non ricordi che era un cavallo di battaglia della destra berlusconiana? dai, sù, calma e gesso!

      Elimina
    3. Be', fra amici a volte è bello anche non essere d'accordo. Quel valore legale è un'anomalia quasi solo italiana. Se concorsi, test e colloqui fossero fatti con onestà e intelligenza, il tuo percorso di preparazione scolastica e di specializzazione postscolastica sarebbe comunque decisivo! Così, invece, si permette che il raccomandatello, che magari si è fatto fare la tesi, o ha comprato la laurea, ho ha ottenuto voti altissimi in certe scuole di ottavo livello e da quarto mondo, passi davanti al candidato che sarebbe perfetto ma non è abbastanza "titolato"... Non lo vedi che in ogni campo siamo in mano a merdosi somari semianalfabeti? (ma ovviamente laureati?)
      Persino berlusconi, guarda caso, considera la laurea una discriminante intellettiva... Siamo un paese in cui ogni pecoraio vuol farsi chiamare Dott, mentre i veri cervelli scappano...
      In un paese civile si valutano le persone, non i titoli. Poi va da sé che uno con la quinta elementare non diventa provveditore.

      Eh, sul giornalismo italiota come non dargli ragione? Una corporazione a cui si accede spessissimo per raccomandazione, amicizia politica, diritti ereditari di famiglia... e anche ieri mi è toccato leggere la superrecensione dell'ennesimo romanzone da Nobel scritto, guarda caso, da un giornalistozzo di quella stessa testata... e piangono perché toccati dalla crisi e dagli esuberi... Grillo dice stop alle sovvenzioni statali, e che chiudano tutti. Ecco perché non parlano di lui...

      Elimina
    4. Il titolo di studio!!!!!! Tutto e nulla, hai ragione da vendere, ho visto laureati, con master all'estero ecc. ecc. possibilità di studiare e formarsi tra l'Italia e il mondo, beati loro, con conoscenza di diverse lingue, ecc. ecc., avere una sensibilità e un'apertura mentale pari allo zero! E più titoli di studio vantano più sono gretti e chiusi nella loro posizione, però.... se lo eliminassimo questo valore legale, le cose migliorerebbero? Quando dico che è una questione di cultura e intelligenza, dico che è proprio questo il mattone che manca, da qui bisognerebbe iniziare a costruire.

      Elimina
  3. grazie per la dedica:)

    io non sono così pessimista, c'è lo spazio per il confronto, la discussione e il compromesso.

    il M5S in parlamento è fatto di gente che in un corpo a corpo con un politico di prima o seconda repubblica non avrebbe chances.

    intanto quello che vedo è come mai qualcuno nel PD non chiede a Bersani come mai a scrivere i suoi 8 (in realtà 34) punti il PD ci ha messo vent’anni, perdendo per strada molti elettori (di sinistra, o solo incazzati)?

    lo choc di M5S dovrà servire a qualcuno che sta nel PD che serve il rinnovamento, altrimenti li voteranno solo i pensionati della Cgil (e neanche tutti)

    certo che molte cose del M5S non sono condivisibili, ma spero che qualcuno capisca che questo terremoto deve servire a far entrate la maggior parte delle istanze del M5S in un programma di un partito che si dice di sinistra, altrimenti qualsiasi cosa succederà dopo ce lo saremo meritato tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Due sorprese in una sola frase, per giunta composta di poche parole :)

      Tutto vero quello che dici del PD, però mi chiedo, con un poco di ansia devo dire, e se gli riuscisse di arrivare oltre il 50% e io credo non sia così inverosimile, se dovesse, davvero, essere che i punti del governo di destra che abbiamo subìto, fossero anche quei punti che paiono caratterizzare fondamentalmente il loro programma? Perché, a parte l'abolizione, sacrosanta, del finanziamento pubblico ai partiti, che in Italia è più alto che in ogni altro paese del mondo, il blocco delle grandi opere, tipo la TAV, la critica feroce al sistema dei media, l'aver aperto il parlamento alla gente comune, il dire di voler considerare l'attività parlamentare come un servizio alla società e non come una professione, tutto giusto, beh, cos'altro c'è di buono? L'economia? Il sociale? La cultura? La scuola? La sanità?

      Elimina
    2. Caspita, dimenticavo il più importante!!!!!

      Il lavoro???????????
      I diritti? siamo sicuri che eliminando i sindacati saremo in grado di farli diventare più forti? e la Costituzione della nostra Repubblica? Cosa vorranno cambiare?

      Elimina
  4. arriverà un giorno in cui qualcuno ringrazierà, non Grillo, ma chi ha votato M5S?

    se il PD farà cose che noi italiani neanche ci possiamo immaginare, una parte del merito me la prendo:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io che ho votato Rivoluzione Civile, credendo nella Rivoluzione, sempre, e nella speranza che uno come Ingroia, che di schifezze deve conoscerne da vicino ma proprio da vicino, potesse aiutare a combattere la corruzione grande che domina l'Italia a tutti i livelli sociali e politici...e forse anche di rapporti umani...anche se so bene che questo spetta a ognuno di noi! Grazie franz, ciao.

      Elimina
  5. "Non sapete scegliere tra un pm anti mafia e un indagato per mafia" [postato da un loro sostenitore, all'elezione presidenza senato]. Per due settimane ho seguito con interesse il m5s poi non ho proprio accettato la lotta senza quartiere ai giornalisti (io che sono stato SENZA tv dal 1975 al 1995..). La indisponibilità alle alleanze (in un paese sempre più lacerato e incorreggibile) la considero una scelta infausta. 1/3 degli italiani continua a VOLERE il sultanato e aspettiamo che cambino idea loro?? Fare lontanissimi accostamenti fra PdL e Pd io lo considero una forma di imperdonabile superficialità, disinformazione, menefreghismo. Concludo dicendo che molti hanno votato m5s : soprattutto per le capacità spettacolari di Grillo (evidenziando gli odierni paradossi) o perchè ATTUALMENTE disoccupati e disperati (manca la scelta CULTURALE, forse).
    Abbiate pietà di un sessantenne che non vuole combattere contro la sua età: sono "vecchio" e non so probabilmente più rivoluzionarmi. Auguri, comunque. Salvo (da Firenze)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque...i presidenti sono stati eletti, quella della Camera dei Deputati mi sembra sia un regalo di primavera, ma sì, perché no? E' vero, io mi entusiasmo troppo, mi lascio trascinare dalla forza evocativa delle parole (però la devono avere eh, questa forza), però mi dirai nulla che dopo Fini e la sua legge sull'immigrazione, sia stata eletta una donna che ne è esattamente il contrario? Che bello! Lasciamelo dire! Su Grillo, forse l'ho già detto, non ho mai, mai mai digerito quel suo essere arrogante e, forse, volutamente limitato nei suoi appelli ed eccessivamente, volutamente "qualunquista" per attrarre più gente possibile. Però...però... vediamo come procede, può essere che non tutto sia da buttar via, anche perché davvero tanto ma tanto ma tanto era quello che si doveva buttare via tanto tempo fa.

      Elimina
  6. Rimproveri: " davvero tanto ma tanto ma tanto era quello che si doveva buttare via tanto tempo fa " Il governo Prodi con il basso numero di parlamentari ottenuto doveva procedere con cautela estrema: aveva dovuto imbarcare anche cattolici .."poco specchiati" (Mastella, ecc.), che potevano lasciarlo in minoranza ad ogni passo. Il problema è che se i voti NON CI SONO o si rimanda di 5 anni o di 10 o di 15.... Tornando a Grillo io non lo condanno per aver con .."destrezza" ..acciuffato il voto di tantissimi "turisti del voto", però visto il suo parco buoi non può reggere a lungo la parte dello schifiltoso. Oltretutto la sua speranza di un 2° turno in cui prenderà il 60% dei voti è una follia pura. Io apprezzo moltissime sue idee perchè mi sento molto più ecologista piuttosto che non "della vecchia sinistra". Grillo è sveglio per sostenere INTERVISTE di giornalisti rompiscatole e i suoi sono adulti per parlare anch'essi con l'ambiguo sistema dell'informazione. Auguri e complimenti per questo angolo di buone chiacchiere. Salvo

    RispondiElimina