sabato 17 novembre 2012

Fiducia nelle Istituzioni


anche nel Presidente della Repubblica, perché no?, fa appello alla Costituzione per salvaguardare le sue prerogative, cita i "nostri padri costituzionali" e le loro limpide intenzioni, dimentica sempre di citare l'articolo 3 e il 4 e il primo. Quelli parlano di diritto al lavoro, all'istruzione, alla dignità a doveri e diritti che devono regolare il nostro apporto alla società.

Intanto, dai Ministeri piovono lacrimogeni, per sventare un colpo di Stato? no, per disperdere studenti minorenni che ritengono il loro futuro inizi proprio dalla scuola.

Nessun commento:

Posta un commento