lunedì 5 dicembre 2011

Eccomi qui

Sono bibmat. Sono Tiz, sono una bambina che si dispera, una bambina che piange, che cerca e che sente usando il corpo più del senso dell'udito. Sentono i miei polpastrelli, sentono i miei occhi, le mie gambe e i miei capelli.

sono io.

3 commenti:

  1. Ciao enza, ma tu sei approdata su queste coste?
    Sono ancora più deserte e sconosciute delle altre, ma in fondo, siamo sempre noi...chi lo è :)

    RispondiElimina
  2. Ma tu guarda...hai visto?
    Ero certa di commentare con il nome di bibliomatilda e scopro che il primo nome adottato dal sistema è quello giusto, e va bene!!!
    va tutto bene in questo periodo, soprattutto quello deciso dagli altri!

    OCCUPY AND REVOLT...in qualche altro modo
    Baci a todos los meritevoles

    RispondiElimina